Implantologia dentale a carico immediato

Implantologia dentale a carico immediato

Implantologia dentale a carico immediato

Grazie alle nuove tecnologie e agli interventi di implantologia dentale a carico immediato, le persone a cui mancano alcuni o tutti i denti, nel giro di poche ore, possono vedersi restituire il sorriso.

Vediamo insieme di cosa si tratta e quali sono i suoi vantaggi.

Implantologia a carico immediato: di cosa si tratta?

L‘implantologia a carico immediato è una tecnica moderna che attraverso una pianificazione computer guidata consente di mettere i denti fissi lo stesso giorno (o dopo 24-48 ore) in cui si inseriscono gli impianti. Si distingue dall’implantologia tradizionale per i tempi di esecuzione. Nell’implantologia a carico differito il dentista, dopo aver inserito l’impianto dentale, attende un periodo variabile dai tre ai sei mesi per l’applicazione della protesi vera e propria.

Quali sono i vantaggi?

I vantaggi di un intervento di implantologia dentale a carico immediato sono: 

  1. Durata: l’intervento si svolge in un’unica seduta e il paziente torna a sorridere in un solo giorno.
  2. Comfort totale: il paziente ri-acquisisce da subito la funzione fonetica e masticatoria della bocca
  3. Vantaggio estetico e autostima: l’implantologia a carico immediato offre la possibilità di tornare fin da subito alla normale vita quotidiana senza alcun disagio né difficoltà nell’interazione sociale. L’instabilità delle tradizionali protesi mobili risulta spesso scomoda e l’attuazione di un protocollo implantoprotesico di carico immediato appare in genere di grande conforto e soddisfazione per il paziente.


Tipologie di intervento di implantologia dentale a carico immediato

Oltre alla sostituzione di un solo dente tramite un’intervento di implantologia a carico immediato, esiste anche la possibilità di sostituire un’intera arcata dentale. 

Le soluzioni principali per la mancanza totale di denti infatti si chiama implantologia a carico immediato su 4 o 6 impianti (all on four, all on six) su cui ancorare la definitiva protesi fissa.


Ci sono controindicazioni?

La principale controindicazione è legata alla possibile scarsa qualità o volume dell’osso. in questo caso per ancorare la protesi definitiva all’impianto si dovranno attendere i tradizionali 3 mesi per l’osteointegrazione. Questa è una condizione che si presenta normalmente nei pazienti privi di elementi dentali da molto tempo o che soffrono di malattie ossee come l’osteoporosi.

Torna anche tu a sorridere! Contattaci per maggiori informazioni o per prenotare un appuntamento: 0742 620297.

Speriamo che questo articolo possa tornare utile a te o a qualcuno dei tuoi famigliari. Certe abitudini sono scontate, ma proprio per questo a volte le dimentichiamo. E per qualsiasi altra informazione non esitare a contattarci!



×